Una Franciacortina in Cucina

Il blog di Arianna Vianelli

Crema di ceci, baccalà e olio al berberè con Castello Bonomi Franciacorta Satèn

Crema di ceci, baccalà e olio al berberè con Franciacorta Extra Brut

Lo so, la foto fa paura! Sembra un piatto alla Dario Argento e infatti sono stata molto incerta…pubblicare o non pubblicare? Ho deciso per la prima perchè il piatto mi è piaciuto molto e quindi, servito diversamente e con meno schizzi arteriosi di olio al berberè, potrebbe anche essere bello da vedere…provate voi e mandatemi le foto!

Forza con la ricetta…

Ingredienti per quattro persone: 4 tranci di baccalà ammollato, ceci secchi da mettere a bagno oppure 2 confezioni di ceci già cotti, sale, pepe, berberè ed olio EVO.

La preparazione è molto semplice e veloce se non dovete ammollare il baccalà, spesso infatti lo si trova in pescheria già pronto per essere cucinato. Nel caso invece doveste metterlo a bagno ricordatevi di cambiare l’acqua almeno tre o quattro volte nell’arco di un paio di giorni…
Per la crema di ceci: mettere nel frullatore i ceci bolliti, aggiungere mezzo bicchiere di acqua, sale (poco), pepe e olio. Frullare molto bene fino ad ottenere una crema liscia.
In una padella scottare i tranci di pesce, partendo dal lato della pelle, bastano due o tre minuti per parte.
Impiattare adagiando il pesce sulla crema di ceci e aggiungere dell’olio EVO prima emulsionato con del berberè (l’intensità del sapore e del sentore piccante potete deciderla voi in base alla quantità di spezia, io volevo un bel colore rosso acceso e un forte sapore quindi ne ho usato almeno mezzo cucchiaino da caffè).

Io adoro il baccalà, se lo trovo in carta lo ordino di sicuro, anche se si tratta di un classico baccalà alla vicentina con polenta. Ultimamente ne ho apprezzato molto una versione pugliese che vede il trancio di pesce su un letto di ceci neri con un semplice filo d’olio ma anche quella assaggiata l’altra sera nel ristorante milanese La Brisa: in una piccola cocottina mi hanno servito un uovo in camicia affogato in una crema di baccalà…fantastico…sono riusciti ad unire due delle cose che più mi piacciono…e molto bene, perché il salato del baccalà si sposava con la dolcezza del tuorlo d’uovo… Proverò a rifarlo a casa…

La bottiglia? Un Castello Bonomi Franciacorta Satèn, 100% chardonnay con ben 36 mesi di affinamento sui lieviti. Equilibrato e morbido in bocca aiuta ad equilibrare  la componente sapida e piccante del piatto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Privacy Policy

Il mio altro blog…

Scrivo anche per…

trova ricetta

Worldrecipes

@MondoSnello

Cibus

CIBVS
Alex Cattaneo

Fitness & Wellness

Consigli Fitness

Consigli, curiosità e approfondimenti sul mondo dello sport e del benessere.

FRANCESCOBEGHI.IT

Di vino, di cibo e di passioni

Petra. Un Viaggio

Il viaggio è terminato a novembre 2014 | Per info visita www.petrawine.it

Infernot Enoteca Degustazione

L'unica enoteca con degustazione di Pavia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: